‭(Nascosta)‬ CatalogItemCheckWebPart

Sulla tavola di primavera fioriscono i carciofi

Carciofi su una tavola di legno rustica
venerdì 27 febbraio 2015
​All’inizio della primavera fioriscono le primule, i crocus, le mimose, i ranuncoli, le orchidee, i garofani…e i carciofi.
Mettili in tavola per depurarti dalla pesantezza invernale.

​​Tre carciofi violetti su un tavolo di legno Il carciofo è un fior fiore di ortaggio, tipico della primavera e ricchissimo di virtù. È, infatti, una fonte importante di elementi preziosi per il nostro organismo, come vitamine, flavonoidi, oligoelementi e sali minerali.
Spesso se ne consuma solo il “cuore”, la parte più interna e più tenera, ma anche le foglie più esterne e più dure meritano di essere mangiate perché sono una riserva di proprietà benefiche.
In fitoterapia, infatti, si utilizzano le foglie di carciofo nelle preparazioni destinate ad aiutare e proteggere le funzionalità del fegato.
Merito della cinarina, la sostanza aromatica che conferisce al carciofo il suo caratteristico sapore amarognolo, e che ha la caratteristica di stimolare la bile e quindi di contribuire alla funzione depurativa.
I carciofi contengono inoltre fibre che aiutano l’intestino a fare il suo lavoro, contrastando la stitichezza e riducendo i fenomeni di fermentazione.

Per scrollarsi di dosso la pesantezza e le calorie di troppo accumulate in inverno, quindi, non c’è niente di meglio che una dieta depurativa e disintossicante a base, tra gli altri alimenti, di carciofi.

E quando la dieta non basta, puoi aggiungere un integratore alimentare a base di Carciofo, come EPATOfluid, che contiene anche Tarassaco e Cardo Mariano, ed EPATOtab, che abbina le proprietà depurative di Carciofo e Cardo mariano.
Risveglia i sensi, iniziando dalla tavola!


Carciofi su una tavola di legno rustica